M. Gallo bamboo and fiberglass fly rods

Vai ai contenuti

Menu principale:

filosofia

L'intero processo di costruzione delle mie canne, che và dal taglio della stanga di bambù alla verniciatura finale, è suddivisa in 145 operazioni quasi tutte eseguite a mano.
A differenza delle produzioni industriali il taglio della stanga per la trasformazione in listelli avviene manualmente, utilizzando un robusto coltello.
Ciò comporta un maggior dispendio di tempo ma garantisce la perfetta continuità delle fibre da cima a fondo, poichè la lama del coltello segue l'andamento delle fibre che non sono mai perfettamente rettilinee.
Nella fase successiva, infatti, eseguo lo schiacciamento a caldo dei nodi del bambù, proprio per evitare l'interruzione delle preziose fibre che invece verrebbero irrimediabilmente tagliate nel caso in cui si scegliesse di utilizzare una lima per asportare più comodamente e velocemente le protuberanze dei nodi.
Il risultato si concretizza in un significativo incremento della risposta durante l'azione del lancio, poichè le fibre costituiscono l'anima vera e propria della canna.


 
Torna ai contenuti | Torna al menu